h o m e   

b i o g r a f i a

s c h i z z i   d i   p r o g e t t o p r o g e t t i s c r i t t i   e   p u b b l i c a z i o n i

 c o n t a t t o

S T U D I O     V  O  L  P  I

A  r  c  h  i  t  e  t  t  o   L u c a   V o l p i

P r o g e t t o   d i   u n '   e d i f i c i o   r e s i d e n z i a l e   i n   v o c .   F i o r i   -   T e r n i 

 
Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo edificio residenziale. L’area di intervento è situata in voc. Fiori – Terni, ed ingloba diversi edifici esistenti (alcuni ruderi) che verranno totalmente demoliti. Le altezze e le forme del nuovo corpo di fabbrica sono scaturite dalla volontà di integrare l’intervento al tessuto urbano circostante; l’intento è stato quello di recupere il carattere aggregativo e tipologico della zona cercando di mantenere i segni urbani ritenuti più significativi (il fronte verso la ferrovia – il fronte ovest – un asse interno in direzione est_ovest). Il fronte esistente verso la ferrovia è ritenuto l’elemento tipologico maggiormente consolidato, la sua estensione per l’intero tratto di viabilità ne costituisce l’elemento di maggiore tipicità e maggiormente caratterizzante. L’intervento si pone quindi l’obiettivo di mantenere e riqualificare questo fronte ed infatti, su questo lato,  è previsto un corpo di fabbrica di 2 piani che ripropone la stessa tipologia/altezza del fronte stradale esistente. Anche  nel  fronte  ovest viene rafforzata ed arretrata la quinta degli edifici; il corpo di fabbrica a due piani smussato ed il corpo di fabbrica che arretrando diviene più alto, mettono in evidenza la volontà di attribuirne un maggior carattere urbano, di conservarne le geometrie ed i valori tipologici.Nella parte interna, un asse funzionale est-ovest (pedonale ed esterno al lotto), ritenuto consolidato dall’uso negli anni, è stato prolungato fino al fronte ovest, dove, attraverso un portico, è previsto anche l’ingresso del nuovo edificio.Dal mantenimento quindi dei profili e degli elementi tipologici esistenti nei bordi a valenza urbana, il nuovo corpo di fabbrica, in maniera scalettata, cresce in altezza verso l’interno (nord) e si “confronta urbanisticamente” con gli edifici in corso di costruzione a poche decine di metri verso nord.
 

s  i  m  u  l  a  z  i  o  n  e     v  e  r  s  i  o  n  e     d  e  f  i  n  i  t  i  v  a

 h o m e  

b i o g r a f i a

s c h i z z i   d i   p r o g e t t o p r o g e t t i s c r i t t i   e   p u b b l i c a z i o n i

c o n t a t t o

     
Architetto Luca Volpi
© 2008 - Tutti i diritti riservati